Benvenuto

Questo è il nostro Diario di Pesca.
Qui vengono postate, divise per categorie, tutte le nostre uscite. Sono presenti anche sezioni per notizie, tecnica, regolamenti e sessioni di pesca precedenti la nascita del blog (2006).
_____________________________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________________________

Sezioni

_____________________________________________________________________________________________________

lunedì 15 marzo 2010

Zanderfishing: 14 Marzo 2010

Ci stiamo avvicinando alla chiusura per frega delle nostre amiche Sandre, ed allora ultimi tentativi anche per capire che annata sarà.
Ma andiamo per ordine: sabato uscita in solitaria con Luna in una mitica postazione sul Tevere.
Il livello del fiume negli ultmi 15 giorni si è abbassato di oltre 5 metri lasciando scoperta oltre 20 metri di riva (con annesso 20 centimetri di fango): la corrente di conseguenza è molto forte al punto che con 110 grammi di peso non si poteva pescare oltre 10 metri di distanza. Sono resistito fino al tramonto (chiaramente!!) riuscendo a guadinare l'unico pesce che mi è capitato a tiro: infatti alle 16:30 ho visto un movimento anomalo di una canna ed ho capito che non era il solito spostamento causato dalla correte e dalla folta vegetazione che si accumulava sul filo trascinandomi tutto a valle, bensi di un esemplare di circa 500 grammi che mi aveva attaccato.
Domenica invece insieme a Carlo e Luna abbiamo provato un'altra postazione; passeggiata forzata per raggiungere il posto e per scoprire che era tutto un casino: alberi caduti in mezzo alla piazzola rendendola impraticabile ma soprattutto una corrente da paura!!


Azione di pesca difficilissima e dopo un'ora demordiamo per provare una'altra postazione: lago strapieno di gente con una ventina di barche in giro per lo specchio d'acqua. Con la Grand Vitara sfidiamo la strada di accesso alla postazione e con estrema cautela causata dalla consapevolezza di rimanere arenati nel fango riusciamo nell'intento: siamo arrivati a circa 400 metri dalla piazzola ma era quest'ultimo pezzo quello più duro. Ben 400 metri di strada da percorrere formata da 20 cm di melma appiccicosa che ti catturava lo scarpone e ti costringeva a grandi sforzi per procedere in avanti ... non ti dico niente!!!!
Nemmeno questo ci ha fermato ed allora a pesca!!
Abbiamo trascorso 4 ore senza vedere una tocca e la stessa sorte ha toccato anche gli altri pescatori: non c'era un angolo libero nelle postazioni di fronte alla nostra, tutto pieno.
Per fortuna però le cose sono cambiate e, mentre tutti gli altri hanno abbandonato la pesca, qualcosa si è mosso.

Abbiamo chiuso in bellezza la giornata riuscendo ad uscire indenni da qualla fangosa postazione e molto ottimisti per la riapertura della pesca prevista per il 1° Maggio.

... maggiori dettagli su Flyout Details ...

3 commenti:

Esox Fever ha detto...

Una cattura molto meritata, le condizioni che si vedono nelle fotografie erano molto dure.

Congratulazioni.

alberto ha detto...

Confermo che qualcosa si muove, ora cerchiamo fortune sul Tevere

elux ha detto...

speriamo sia una annata come quella dell'anno scorso.....