Benvenuto

Questo è il nostro Diario di Pesca.
Qui vengono postate, divise per categorie, tutte le nostre uscite. Sono presenti anche sezioni per notizie, tecnica, regolamenti e sessioni di pesca precedenti la nascita del blog (2006).
_____________________________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________________________

Sezioni

_____________________________________________________________________________________________________

venerdì 22 giugno 2012

L'essenza del team


Non importa se con i picchetti si alternano le canne negli hot spot prescelti, non importa se si mettono più classicamente i due rod pod accanto, quando sono a pesca in team ogni partenza è di entrambi.

Noi adottiamo il sistema “una partenza per uno e la prima del proprietario della canna” mentre dalla seconda si va ad alternanza senza guardare di chi è l’attrezzo.

Il carpfishing moderno deve per forza di cose essere una pesca fatta per chi sa condividere con un’amico una gioia ed un’emozione.

Sempre più spesso dovremmo insieme cercare di isolare chi, con catture immaginifiche e non sempre in luoghi puri, cerca di semplificare il carpfishing in una cattura di peso, mentre la vera essenza di questa meravigliosa disciplina sta in tutto ciò che la rende fantastica: progettualità, rispetto della natura, cattura e rilascio, spirito di adattamento e condivisione, insieme, ovviamente, alla magnificenza di catturare un big fish in acque libere.

La nostra passione deve essere vissuta pura, pura come è nata. 

 Ho letto queste parole di Alessandro Tumidei e non ho potuto non condividerle.....

giovedì 21 giugno 2012

Anapi Pesca avvia con la Regione Lombardia il progetto: “Il pescato dei laghi approda al Mercato Ittico di Milano e vola in Europa ”

Il pesce, giudicato infestante, prima veniva distrutto. Ma romeni e bulgari lo apprezzano  
6 giugno 2012 - Da oggi il pesce siluro, carassio e gordon verranno commercializzati al mercato del pesce milanese soprattutto per l’esportazione verso i paesi dell’est europeo dove è molto apprezzato. A rifornire il mercato milanese saranno anche i laghi di Como, Varese e Maggiore e il fiume Ticino. L'accordo per commercializzare i pesci meno nobili dei laghi lombardi è stato siglato questa mattina al Mercato Ittico di Milano tra la Regione Lombardia con gli assessori Giulio De Capitani, all'Agricoltura, e Margherita Peroni al Commercio e Turismo, la Provincia di Varese con l’assessore all’agricoltura Bruno Specchiarelli, il presidente di SOGEMI Spa Luigi Predeval ed ANAPI Pesca con il presidente Ivan Corea, alla presenza del Consolato Rumeno con l’addetto commerciale Florin Stefan e del Ministero delle Politiche Agricole rappresentato dal dirigente Mauro Bertelletti. Originario dell'Europa centro orientale, negli ultimi anni il pesce siluro ha trovato nei laghi lombardi l'habitat ideale per proliferare, diventando però uno dei più pericolosi predatori delle specie ittiche autoctone e minacciando l'equilibrio del nostro ecosistema lacuale e fluviale tant’è che i Comuni dei Laghi lombardi sono costretti a pagarne onerosi costi per la cattura e lo smaltimento. Oggi queste specie ittiche possono diventare una risorsa per i Pescatori dei laghi e dei fiumi d’Italia. I pesci Siluro, Carassio e Gardon, sono molto apprezzati dalle popolazioni austriache, ungheresi, bulgare e rumene. Sono infatti molto ricercati dai questi residenti comunitari al Mercato Ittico di Milano, dove la loro richiesta è tale da averne addirittura resa necessaria l'importazione dall'estero. Il protocollo d'intesa siglato oggi rappresenta quindi uno strumento per trasformare un problema in un'opportunità. Infatti pone le basi per una successiva distribuzione dei pesci meno nobili dei laghi lombardi sui mercati dell'Est Europa, a partire da quello di Bucarest, grazie alla mediazione del Consolato della Romania. Ad ANAPI Pesca è stato affidato il coordinamento del progetto dalla Regione Lombardia che ne aveva apprezzato la realizzazione in Calabria e il successo del primo progetto italiano di commercializzazione del “ Pesce a Miglio 0 “ operativo già dal 2005. Anapi Pesca da sempre molto attenta alle piccole realtà locali della pesca tradizionale italiana è stata anche la prima associazione italiana a proporre e promuovere la Regionalizzazione della Pesca, indicazione recepita e recentemente approvata anche della Commissione Europea come ha confermato in questi giorni il Ministro Mario Catania che aveva fatto propria questa proposta di Anapi Pesca assieme al Ministro per le Regioni Piero Gnudi, il 28 febbraio 2012.

POVERI NOI!!!!!!!

E' questo che fanno (oltre a tutto il resto!!!) i nostri politici: invece di salvaguardare la natura fanno del tutto per portarla alla rovina... e con essa anche la nostra amata passione: è chiaro finirà anche la pesca sportiva quando non ci saranno più o pesci da pescare.
Che i pescatori professionisti siano degli sterminatori non c'è dubbio in quanto le reti non fanno selezione e tutto quello che si pesca sparisce lecitamente o illecitamente (fly carp) dalle nostre acque.
Questo è sempre successo ma era vietato ed anche se in controlli sono rarissimi o quasi inesistenti, qualche timore c'era. A questo punto, visto che sarà permesso, non ci saranno nemmeno più i pochissimi controlli di prima e le nostre acque si svuoteranno.
Verranno sicuramente rilasciate nuove licenze di pesca professionale non solo ai quattro anziani locali che c'erano prima, ma appariranno sempre più licenze di pesca di professione rilasciate a cittadini rumeni, gente che pescherà 24 ore al giorno senza scrupoli ambientalisti od ecologici.
Per ora la cosa è legata alla sola regione della Lombardia ma presto questo cancro attecchirà anche nel resto del paese.

venerdì 15 giugno 2012

CarpFishing di Primavera... la stagione dei Record!!!!

Chiedo scusa ai nostri lettori per la pubblicazione in ritardo del post ma reperire le foto dalle varie fotocamere  non è stato facile..... 
Riepilogherò più battute di pesca in un unico post: i frequentatori di facebook avranno avuto modo di visionare il personal best di Alessio, già pubblicato a suo tempo sulla pagina del suo profilo.

Questo è il record di Alessandro, suo Personal Best ed anche Best of the Team : il bestione ha abboccato sulla mia canna ma come segno di benvenuto ad Alessandro che per la prima volta in questo 2012 è tornato in pesca (la sua compagna è in stato interessante e la pesca è rimasta in secondo piano rispetto alla sua vita di tutti i giorni) gli ho concesso il combattimento: siamo stati occupati per circa 30 minuti trascinati in barca in giro per il lago ed alla fine abbiamo vinto il duello.
Una regina dal peso incredibile di 26,800 Kg.
 
 
Questo invece è il mio Personal Best catturato dopo un bellissimo ed entusiasmante combattimento durante una battuta svolta in solitaria: la cattura è avvenuta alle 2:30 della notte ed essere solo ha suscitato in me una felicità fuori dall'ordinario. 
Una bellissima carpa regina in piena forma e con una forza da vendere: non ha resistito alla mia insidia calata a pochissimi metri dalla riva ed alla fine ha fermato l'ago della bilancia sui 23,100 Kg.
Le foto scattate con l'autoscatto non rendono giustizia alla maestosità dell'esemplare ma la contentezza di averla rilasciata immediatamente senza lo stress del carp-sac mi ha reso ancora più felice.
 
 
 
Questa invece è il Personal Best di Alessio: forte e bellissima regina di ben 23 Kg catturata all'alba di una freddina giornata di Maggio....alla grande...

Anche Andrea è riuscito a migliorare il suo record con questo spettacolare esemplare:
Questa cattura, di quasi 16 chilogrammi, ci ha fatto divertire nel pieno della notte ed anche se non mi ha spezzato le braccia, si è difesa molto bene.
Questa carpa è stata catturata da Lucio ed è stata immortalata con i "più" del team, ovvero il membro più vecchio (Lucio) e quello più giovane (Mattia) del team.... dallo sguardo spero nasca del tenero...
Poi tutta una serie di catture effettuate nelle varie battute di primavera:
Andrea con questa combattiva regina:
Questa cattura é stato il record temporaneo di Alessio con ben 18 Kg di potenza:
Poi un'altra cattura per Andrea:
Ed ancora Alessio:
Questa è una mia cattura in una fredda alba:
e poco dopo di quest'altra regina:
Poi di nuovo Alessio:
Ancora io:
Di nuovo io:
Poi ancora io con questa bella carpa mattutina:
Ed ancora questa nel pieno della notte:
Ci ha fatto visita anche questa enorme tinca:
In omaggio alla mia fedele Luna, compagna di Vita, di Pesca......
... e di gioco per Mattia .....

mercoledì 13 giugno 2012

Space Angler - 23 Giugno 2012

 
 Finalmente il nostro amico Giordano in collaborazione con l'amico Bernardo (per gli amici Berny) è riuscito a realizzare il suo sogno, ovvero avere un negozio di pesca specializzato in carp fishing: infatti il giorno 23 giugno verrà inaugurato a Foligno (Pg), nel cuore dell'Umbria, il negozio Space Angler; il locale è di oltre 120 mq e vanterà la vendita dei prodotti di tutti i migliori marchi del settore. All'interno del negozio troveremo infatti una vasta scelta di firme accessibili sia per chi è alle prime armi, che al carpista più esperto. Molte sono le firme dei prodotti che saranno in vendita nel negozio e sarà presente una vasta gamma di buffetteria, minuteria, abbigliamento, selfmade e ready made: Richworth, Big Fish, Solar, Leon, Starbaits, Rod Hutchinson, Black Label Baits, Big Carp, Nash, Feed Up, Trakker, Aqua, Fox, Delkim, Shimano, Meccanica Vadese, Humminbird e Minkota...... tutto il meglio direi......
 
Non ci resta quindi che attendere il 23 Giugno, alle ore 16, quando il negozio aprirà le proprie porte al pubblico per l'inaugurazione che andrà avanti fino a sera con un ricco buffet.

martedì 12 giugno 2012

Nuovo record del mondo della specie carpa

Su vari blog europei che seguo è uscita questa notizia, ovvero la cattura di una carpa di oltre 100 Libbre. Il peso registrato è di libbre 101 e 4 oz ovvero 45,9 Kg ed è stata catturata al lago Balaton in Ungheria.
Purtroppo è una notizia buona solo a metà: innanzitutto non è chiara la tecnica con la quale è stata effettuata la cattura (pescatore sportivo con canna o pescatore professionista con reti) poi girano voci sulla vendita di questo stupendo ed unico esemplare ad un gestore di un lago privato a pagamento.....
Mi associo e riporto le parole di un amico molto sensibile all'argomento:  
Io mi auguro che questo esemplare abbia vissuto tutta la sua esistenza in modo perfetto, ma le auguro anche di lasciarci per raggiunta età e raggiunto destino! Perché, semplice, per far si che colui che l'ha acquistata ne perda economicamente il valore, lo auguro a lui e a tutti quelli che per attirare le mosche, contribuiscono in modo pesante alle transfaunazione di pesci da liberi a reclusi, da liberi a privati, da rarità della natura a fenomeni per attrazione. Auguro di lasciare presto questo mondo, in modo naturale a tutti quei esemplari che servono a tale scopo! Andrea M.