Benvenuto

Questo è il nostro Diario di Pesca.
Qui vengono postate, divise per categorie, tutte le nostre uscite. Sono presenti anche sezioni per notizie, tecnica, regolamenti e sessioni di pesca precedenti la nascita del blog (2006).
_____________________________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________________________

Sezioni

_____________________________________________________________________________________________________

lunedì 17 maggio 2010

CarpFishing: 9 - 16 Maggio 2010

Finalmente, dopo la lunga attesa, arriva il momento della partenza per questa aspettata lunga battuta di pesca alla carpa!
Le previsioni meteo sono pessime per tutta la settimana: pioggia e vento tutti i giorni.... almeno non ci saranno zanzare!!!
Non avendo ne barca ne altra cosa per lanciare le canne, mi affido alle mie capacità di lancio e preparato gli inganni nel migliore dei modi, mi metto in pesca.
Fabio arriverà solo nel pomeriggio del lunedi qundi sono solo per circa 24 ore.
Le aspettative sono aumentate quando alla mia vista e sopra la zona appena pasturata sono emersi in più di un'occasione degli amur dalle teste enormi.... che emozione!!!
La sera è arrivata presto e la notte è passata tranquilla senza nessun beep fino alle 07:30 del mattino quando un violento beeeeep sulla canna centrale rompe il silenzio: mi precipito sulla canna e ferro; breve combattimento e una bella carpa di 7 Kg è nel guadino preventivamente preparato su uno scalino della riva idoneo all'operazione.

Contento dell'accaduto mi preparo di nuovo alla pesca sfiondando grangaglie con la fionda a tutto andare.
La mattinata passa tranquilla fino alle 14:00 quando, dopo un contatto con Fabio che stava acquistando dei viveri a pochi chilometri da me, una violenta partenza mi fa sobbalzare: era la canna lanciata sulle granaglie.
Il combattimento è stato violentissimo, una forza pazzesca mi impediva di guadinare la preda, anzi non risucivo proprio a portarla a galla per vedere la mole della mia avversaria: il tira e molla è durato per più di 15 minuti riducendo il mio braccio destro veramente a pezzi ma ne è valsa la pena...


Poco dopo è arrivato Fabio che, oltre ad aiutarmi con le foto della specchiona, porta una carica di fortuna e catturiamo questo bel amur

Poi è proprio Fabio che apre bene (anzi benissimo) la sua battuta di pesca, portando a guadino l'esemplare che risulterà a fine battuta il record della pescata: grande Fabio!!!!


Da qui in poi collezioneremo parecchi pesci, più o meno grossi e più o meno combattivi.





Poi finalmente è arrivato Lucio con la sua carica di energia e la sua inventiva.
Le catture sono continuate numerose.... che storia!!!!!

















Arriviamo poi a Giovedì notte quando intorno alle 04:00 di mattina arriva il resto del gruppo: Alessio Gigi ed Alessandro sul nuovo mezzo da sbarco Land Rover Defender con gancio e carrello incorporati.
Ora siamo tutti!!
Organizziamo la nuova strategia potenziando gli spot più proficui ed i risultati non mancano:








Certo la pioggia non è mancata ed è piovuto tutti i giorni ma almeno non ci sono state le zanzare ed è mancato il caldo asfissiante caratteristico di queste zone in questi periodi.
... che settimana!!!!!....

... maggiori dettagli su flyout details ...

venerdì 7 maggio 2010

PikeFishing: 2 Maggio 2010

Dopo la batosta di Domenica decidiamo di cambiare lidi ed insieme a Lucio torniamo a cercare dei Pike da insidiare!
Le previsioni meteo non sono rosee ed è prevista pioggia per il pomeriggio.
Se il buon giorno si vede dal mattino allora .... non sarà una giornata eccezionale in quanto troviamo i lucci molto fermi e non riusciamo a vedere nessun attacco.
Si insiste con tenacia nell'azione di pesca nella speranza che con l'arrivo della pioggia qualcosa cambi ma... la stasi è totale.
A fine giornata avremo collezionato 2 esemplari di piccole dimensioni ed uno slamato sotto la barca sul manovrato di Lucio.

Forse l'arrivo del caldo e l'enorme quantità di pesce foraggio presente nel lago rendono più difficile far notare ai lucci i nostri inganni ed allora la pesca si fa difficile.

... maggiori dettagli su flyout details ...

1° Maggio: Apertura della pesca al Lucioperca

Partenza venerdi sera ore 23:00 insieme a Lucio e Carlo, attrezzati con barca di alluminio e motore a scoppio.
Arriviamo al lago super carichi di adrenalina ma capiamo subito che sarà dura in quanto ci sono già una miriade di pescatori sparsi in tutto il lago: le postazioni accessibili in macchina sono già tutte occupate, ma anche quelle raggiungibili con la barca sono tutte piene ..... che casino!!!!
Non ci perdiamo d'animo ed iniziamo a caricare tutta l'attrezzatura sulla barca: è notte fonda ma, armati con un potente faro, iniziamo a risalire l'imbocco del fiume fino a trovare un posticino libero.
Accendiamo un bel fuoco ed aspettiamo l'alba: mancano diverse ore.
Finalmente le prime luci del giorno si affacciano sopra le nostre teste ed allora si inizia la pesca: 1, 2 .... 9 canne a bagno più le migliaia degli altri pescatori, ma tutto è calmo... anzi troppo calmo!!!
Le barche presenti al lago sono moltissime e fanno su e giù lungo il fiume e qua e la per il lago cercando di svoltare la giornata in qualche modo: ebbene si apparentemente nessuno sta facendo fortuna e tutti sono a bocca asciutta.
La speranza è sempre l'ultima a morire e noi continuiamo a pescare al meglio delle possibilità mentre gli altri iniziano ad abbandonare.
La giornata passa veloce nonostante la calma totale che avvolge le canne: siamo un pochino sconfortati ma a fine giornata avremo collezionato 3 esemplari di cui però soltanto uno di belle dimensioni.

..... sarà una brutta stagione???? Stiamo a vedere ma per adesso si continua a pescare!!!!

... maggiori dettagli su flyout details ...

giovedì 6 maggio 2010

LA SFIDA: Carpfishing 30 Aprile 1-2 Maggio 2010 “UOMO VS NATURA”

Battuta di pesca a dir poco impossibile… ma come disse qualcuno “nulla è impossibile” e un'altra volta.. siamo riusciti nel nostro intento!
La luna risultera full (non ci fa impazzire) ma, o pesca in questo week end, o se ne riparla “forse” per il mese prossimo,sempre se tutto va bene…allora??
DIREI PROPRIO CHE SI PARTE LO STESSO (meglio 2 giorni di cappotto in riva al lago che 2 giorni nel caos e nei pensieri quotidiani)!!!
Il tempo per la nostra amata disciplina purtroppo è sempre di meno, e con esso quindi risulta sempre più difficoltoso trovare il posto giusto e il momento adatto per fare almeno un pesce in poco tempo!!!!
Al mio arrivo trovo tutte le postazioni occupate,ma comunque dovevo pescare “a tutti i costi”cosi perlustrando nel fitto della vegetazione, vedo uno spiraglio, un corridoio lungo circa 10 metri che si affacciava verso il lago… sapevo già quello che ci avrebbe atteso..
Chiamo subito Alessio, che mi avrebbe raggiunto nel pomeriggio insieme a giordano, e gli detto minuziosamente la lista degli attrezzi da portare per affrontare tutte le asperità del posto, senza minimamente modificare l’ambiente naturale del luogo!!!
LASCIA COME TROVI E NON LASCIARE MAI TRACCE DELLA TUA PRESENZA, la natura è perfetta per come si propone!!!
Nel tardo pomeriggio all’arrivo dei guerrieri (giordy e alessio) ci si rimbocca le maniche e si crea questa sorta di piazzola galleggiante..







Il sole darà il cambio al buio che lentamente ci avvolge mentre montiamo la tenda, una piadina al volo e subito a letto, stanchissimi dell’impresa appena compiuta…
Alle ore 4:40 circa una fulminea partenza ci fa sobbalzare dal calduccio del sacco a pelo, dai, dai,dai, ci facevamo forza l’un con l’altro mentre uscivamo dalla tenda, consapevoli delle difficoltà che ci avrebbero atteso..
1° ostacolo: PONTILE galleggiante e instabilissimo lungo circa 10 mt
2° si sale sul GOMMONE per raggiungere le canne posizionate sulla mitica tender!
3° individuare, per poi sottrarre la fortunata canna dall’urlo del segnalatore e (visto che hanno mangiato tutte sulla prima canna a sinistra… )
4° SCAVALCARE le restanti 5 canne per essere libero di ferrare il pesce, sempre se il pesce è ancora allamato,
5° godersi il combattimento notturno dal nostro gommone!!!
Il peso della nostra amica si è notato fin da subito, ed una volta raggiunta perpendicolarmente con la barca, non cera modo di staccarla dal fondo..dopo circa 10 minuti di combattimento udiamo una furiosa partenza dalle canne che stavano a riva (se così si può dire).. e subito abbiamo pensato che la carpa che stavamo combattendo avesse intercettato il filo delle restanti canne, ma quando finalmente l’abbiamo affiorata in superficie ci siamo resi conto che era libera e quell’urlo di segnalatore che udivamo era un altro pesce che stava letteralmente sbobinando il Big di alessio (giordano da riva assisteva a tutto ma non poteva raggiungere la postazione galleggiante per ferrare il pesce  )
Guadiniamo il ciprinide e ci attacchiamo “di remi” per interrompere la corsa furiosa di questa partenza (più di 5 minuti continui) ma purtroppo alla ferrata il terminale si spezza, lasciandoci increduli su quello che era appena accaduto.
Pesiamo comunque la baffona che avevamo con noi e la bilancia ferma l’ago a: 15,8 kg



Felicissimi anche se con l’amaro in bocca ce ne torniamo a dormire..
La notte seguente è il turno di Alessio che si aggiudica altre 2 partenze sempre sullo stesso spot e catturiamo sempre con il “solito” metodo una regina di 5 kg e una altra bella regina di 10,5 kg.

Una battuta di pesca che rimarrà ben impressa nei nostri ricordi di pesca…

.... maggiori dettagli su flyout details ....