Benvenuto

Questo è il nostro Diario di Pesca.
Qui vengono postate, divise per categorie, tutte le nostre uscite. Sono presenti anche sezioni per notizie, tecnica, regolamenti e sessioni di pesca precedenti la nascita del blog (2006).
_____________________________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________________________

Sezioni

_____________________________________________________________________________________________________

giovedì 6 maggio 2010

LA SFIDA: Carpfishing 30 Aprile 1-2 Maggio 2010 “UOMO VS NATURA”

Battuta di pesca a dir poco impossibile… ma come disse qualcuno “nulla è impossibile” e un'altra volta.. siamo riusciti nel nostro intento!
La luna risultera full (non ci fa impazzire) ma, o pesca in questo week end, o se ne riparla “forse” per il mese prossimo,sempre se tutto va bene…allora??
DIREI PROPRIO CHE SI PARTE LO STESSO (meglio 2 giorni di cappotto in riva al lago che 2 giorni nel caos e nei pensieri quotidiani)!!!
Il tempo per la nostra amata disciplina purtroppo è sempre di meno, e con esso quindi risulta sempre più difficoltoso trovare il posto giusto e il momento adatto per fare almeno un pesce in poco tempo!!!!
Al mio arrivo trovo tutte le postazioni occupate,ma comunque dovevo pescare “a tutti i costi”cosi perlustrando nel fitto della vegetazione, vedo uno spiraglio, un corridoio lungo circa 10 metri che si affacciava verso il lago… sapevo già quello che ci avrebbe atteso..
Chiamo subito Alessio, che mi avrebbe raggiunto nel pomeriggio insieme a giordano, e gli detto minuziosamente la lista degli attrezzi da portare per affrontare tutte le asperità del posto, senza minimamente modificare l’ambiente naturale del luogo!!!
LASCIA COME TROVI E NON LASCIARE MAI TRACCE DELLA TUA PRESENZA, la natura è perfetta per come si propone!!!
Nel tardo pomeriggio all’arrivo dei guerrieri (giordy e alessio) ci si rimbocca le maniche e si crea questa sorta di piazzola galleggiante..







Il sole darà il cambio al buio che lentamente ci avvolge mentre montiamo la tenda, una piadina al volo e subito a letto, stanchissimi dell’impresa appena compiuta…
Alle ore 4:40 circa una fulminea partenza ci fa sobbalzare dal calduccio del sacco a pelo, dai, dai,dai, ci facevamo forza l’un con l’altro mentre uscivamo dalla tenda, consapevoli delle difficoltà che ci avrebbero atteso..
1° ostacolo: PONTILE galleggiante e instabilissimo lungo circa 10 mt
2° si sale sul GOMMONE per raggiungere le canne posizionate sulla mitica tender!
3° individuare, per poi sottrarre la fortunata canna dall’urlo del segnalatore e (visto che hanno mangiato tutte sulla prima canna a sinistra… )
4° SCAVALCARE le restanti 5 canne per essere libero di ferrare il pesce, sempre se il pesce è ancora allamato,
5° godersi il combattimento notturno dal nostro gommone!!!
Il peso della nostra amica si è notato fin da subito, ed una volta raggiunta perpendicolarmente con la barca, non cera modo di staccarla dal fondo..dopo circa 10 minuti di combattimento udiamo una furiosa partenza dalle canne che stavano a riva (se così si può dire).. e subito abbiamo pensato che la carpa che stavamo combattendo avesse intercettato il filo delle restanti canne, ma quando finalmente l’abbiamo affiorata in superficie ci siamo resi conto che era libera e quell’urlo di segnalatore che udivamo era un altro pesce che stava letteralmente sbobinando il Big di alessio (giordano da riva assisteva a tutto ma non poteva raggiungere la postazione galleggiante per ferrare il pesce  )
Guadiniamo il ciprinide e ci attacchiamo “di remi” per interrompere la corsa furiosa di questa partenza (più di 5 minuti continui) ma purtroppo alla ferrata il terminale si spezza, lasciandoci increduli su quello che era appena accaduto.
Pesiamo comunque la baffona che avevamo con noi e la bilancia ferma l’ago a: 15,8 kg



Felicissimi anche se con l’amaro in bocca ce ne torniamo a dormire..
La notte seguente è il turno di Alessio che si aggiudica altre 2 partenze sempre sullo stesso spot e catturiamo sempre con il “solito” metodo una regina di 5 kg e una altra bella regina di 10,5 kg.

Una battuta di pesca che rimarrà ben impressa nei nostri ricordi di pesca…

.... maggiori dettagli su flyout details ....

3 commenti:

elux ha detto...

Quando l'impresa è ardua la soddisfazione raddoppia. Grandi ragazzi, è proprio questo lo spirito giusto! chissà quanti altri angler hanno rinunciato a pescare in quel post! ma voi no!! esisteva un modo e l'avete trovato! Certo l'aspetto della sicurezza è stato un pò trascurato, ma se viene compensato con una buona dose di calma e sangue freddo (non facile da trovare quando un segnalatore sta impazzendo!!!), tutto file liscio ed i risultati ripagano gli sforzi.
Davvero un post emozionante.

gigi ha detto...

grazie lucio, spero do poter ricondividere anche con te e lory un'uscita extrime del genere.. LA SICUREZZA è STATA 100% lo sai che sono uno dal pugno di ferro ma dal cuore di velluto!!!!

Paddy Pike ha detto...

Fantastic writing, I felt the excitement right then when i read the Blog, The set set up is marvelouse, Lightning all around, then the catch of a life time, The carp are enormouse, What a trip,
Regards,
,,,Paddy,,,