Benvenuto

Questo è il nostro Diario di Pesca.
Qui vengono postate, divise per categorie, tutte le nostre uscite. Sono presenti anche sezioni per notizie, tecnica, regolamenti e sessioni di pesca precedenti la nascita del blog (2006).
_____________________________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________________________

Sezioni

_____________________________________________________________________________________________________

lunedì 16 luglio 2012

Senza parole.....

Dopo il lavoro, venerdi pomeriggio vado a fare un giro a Scandarello ed appena arrivo sulla riva del lago ecco cosa mi trovo davanti:
Sono due carp sack legati entrambi ad un unico bastone molto corto ed infilato nel fango per non più di 20 cm
Uno dei due è vuoto e troverò la carcassa a pochi metri da li, ed uno conteneva questa carpa in avanzato stato di decomposizione
 
Questa è il contenuto della seconda sacca
I carp sack sono quelli che vendono ad euro 6,50 al decathlon ma non vuol dire niente in quanto sembrano non male. 
Non è chiaro l'accaduto e, come sempre, è difficile arrivare alla verità ma una idea me la sono fatta: mi ha raccontato un amico del posto, assiduo frequentatore di questo specchio d'acqua, che giorni indietro c'era un gruppo di stranieri che pescavano con filaccioni e facevano casino; lui ha chiamato le forze dell'ordine ed al loro arrivo a notte inoltrata sono scappati dal lago per sfuggire ai controlli: molto probabilmente le due prede sono state abbandonate. 
La seconda possibilità è che due pescatori di carpe (carpisti o soprattutto carpari....) siano stati molto superficiali a non assicurare i due carp sack legandoli a quel bastoncino in mezzo al fango molto morbido. 
Volevo fare una buca e metterle dentro ma non é stato possibile in quanto l'odore che emanavano i cadaveri era così intenso e letteralmente schifoso da non riuscire ad avvicinarsi.

Ci sarebbero da fare tante considerazioni: molti sono favorevoli all'uso del carp sack e sostengono che non viene arrecato nessun danno al pesce; molti invece sono contrari e sostengono che il pesce si stressi ancor più dopo il combattimento attaccata ad un amo e tirata a riva da un uomo con la canna. Di sicuro qualcuno ha più necessità di altri ad avere fotografie di qualità per poter pubblicare in qualche rivista o catalogo, o semplicemente non tutti hanno una buona macchina fotografica che renda bene anche di notte con il flash che rispecchia sulle squame umide della carpa e che magari elimini gli occhi rossi..... 
Comunque la chiudo qua, non voglio fare polemiche con nessuno anche se voglio riportare la mia esperienza: questo ritaglio riporta la coda della carpa mio vecchio record scattate alle 1:30 della notte (appena effettuata la cattura) e la mattina seguente appena sorto il sole; la cattura è avvenuta in autunno ed è stata riposta in acqua profonda con un cordino abbastanza lungo, ed il sarp sack è uno di media qualità ma il danno arrecato è evidente
Per quello che mi riguarda è stato l'ultimo pesce che ho messo nel carp sack, ma non sostengo l'eliminazione se l'uso che ne viene fatto è intelligente: tenercela meno tempo possibile ed alle prime ore del giorno fotografare e rilasciare, allungare la corda in dotazione (quella fornita è troppo corta e non permette al pesce di muoversi), usare quelli con materiale che permettano al pesce di respirare bene, assicurare con un picchetto ben saldo al terreno, trovare un posto con la profondità minima di 1 metro........ ovvero utilizzare tutte le precauzioni possibili per non arrecare danni alla salute della carpa..... e poi che noia fare le foto con il pesce che ha riacquistato le forze e non ne vuole sapere di stare ferma sulle braccia !!!!!!

I pesi delle carpe, per quello che può valere questo valore citato solo ed esclusivamente per dovere di cronaca, è di circa 9-10 Kg quella dentro al carp sack e di 13-14 l'altra.

4 commenti:

gigi ha detto...

purtroppo molti se ne fregano di tutto... SI DEVE USARE LA TESTA brutte teste di cazzo!!!!

Giordicarp ha detto...

Spero solo che chi ha commesso questo scempio non abbia piu' la forza di tenere in mano una canna da pesca,ma non per motivi fisici ben si' per motivi etici,spero che la vergogna li assalga ogni volta che pensano a cosa gli e' successo e ancora di piu' ogni volta che pensano di tornare a pesca.
Questi cazzo di carp sack andrebbero vietati punto e basta,in quanto negoziante vengo meno ai miei interessi,ma i carp sack sono deleteri anche se si e' convinti di saperli usare perche' dato di fatto rovinano la livrea e le pinne della nostre tanto amate amiche baffone.
Poi Vi ci farei stare io legati dentro un sacco fissato ad un palo per 1 2 o 5 ore che siano,
Rispetto cazzo!rispetto,parliamo sempre dei rumeni che rovinano i laghi e portano via i pesci quando i primi ad essere dannosi siamo noi,almeno loro lo fanno per fame e dato di fatto non esistono leggi che obbligano a rilasciare le carpe,noi no!noi lo facciamo per una foto e perche' siamo tutti degli emeriti stronzi,ma il giorno che la nostra passione finira' potremmo prendercela solo con noi stessi,guardarci in faccia uno con l'altro e dire ,cosa cazzo abbiamo combinato!

BRACIOLONE ha detto...

Io ero testimone del fatto e provo rabbia tanta rabbia....VERGOGNIATEVI TESTEDI CAZZO VERGOGNIAAAAAAAAAA.......

gigi ha detto...

è un fatto grave... carpsack VIETATI...