Benvenuto

Questo è il nostro Diario di Pesca.
Qui vengono postate, divise per categorie, tutte le nostre uscite. Sono presenti anche sezioni per notizie, tecnica, regolamenti e sessioni di pesca precedenti la nascita del blog (2006).
_____________________________________________________________________________________________________
_____________________________________________________________________________________________________

Sezioni

_____________________________________________________________________________________________________

venerdì 3 luglio 2009

Carpe Volanti


Ho trovato questo articolo su "Carpfishing Forum" e sentite cosa recita:

Testo del messaggio:
~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Cari Carpisti

a nessuno crediamo sia sfuggito il gran rumore che da questo e altri forum si è levato contro il fenomeno "Carpe VOLANTI" e tutta l'indignazione che ormai i carpisti stessi a malapena trattengono.

E' un dato di fatto ormai che c'è una irreale visione nel nostro mondo. I "laghi a pago" giustamente definiti "palestra" per molti carpisti sembrano ormai essere diventati "punto di arrivo".

Quella che un tempo era un'alternativa comoda alle sessioni in acque libere, magari durante i fermo pesca, non possono di certo ora rappresentare il carpfishing nella sua completezza più vera e pura, venendo a mancare quel contatto con l'ambiente che ci porta ad esserne i primi fruitori e allo stesso tempo controllori.

Tanto più che la crescita di questi ambienti gestiti provoca volenti o nolenti una richiesta di pesce di taglia che solo le acque pubbliche possono soddisfare, con le conseguenze che sono sotto gli occhi di tutti.

Lo Staff di CFF oltre che a condividere questa indignazione e ospitare discussioni su possibili rimedi o azioni e su chi debba portarle avanti, si è anche chiesto che ruolo può avere un forum in tutto ciò.

Siamo giunti alla conclusione dopo lunghe discussioni che il minimo che possiamo, in quanto Carpisti, fare è; Spegnere alcuni fra i troppi riflettori che spesso in modo interessato vogliono illuminare questi luoghi come "non plus ultra" o "punti 'arrivo" del carpfishing moderno mostrando catture che in acque libere costerebbero sacrifici sì, ma anche tanta esperienza e bagaglio tecnico.

Per queste e altre ragioni riteniamo che CarpFishingForum non debba da oggi ospitare più immagini di catture effettuate in acque private gestite, "laghi a pago". Pertanto tutte le immagini contenute nei report di carpe catturate in acque private a pagamento, a partire da oggi verranno rimosse dallo staff

Non si vieteranno inserimenti di post con Itinerari, perché uno scopo dei forum è informare e perché nessuno vuole demonizzare chi comunque in piena libertà di coscienza, o necessità voglia continuare a frequentare quelle acque.

E' pur vero però che altro scopo dei forum, senz'altro del nostro, è voler diffondere i principi etici che sono alla base di questa disciplina e senza i quali si svuoterebbe fino a morire.
Riteniamo pertanto di calare il sipario e di non voler fungere da cassa di risonanza che alimenti il mercato di carpe volanti.

Altro scopo di questa iniziativa è sensibilizzare tutti gli ambienti web, sperando che anche la carta stampata, spinta anche dai produttori di settore, segua questa linea.

Se noi, gestori di forum, TUTTI, diamo questo segnale, forse un qualcosa lo avremmo fatto, se noi abbiamo in qualche modo dato modo a giovani di mal interpretare il vero CF, spetta anche a noi cercare di correggere la situazione, soprattutto se questo CF porta all'impoverimento delle NOSTRE acque e ad alimentare un mercato che noi carpisti non vogliamo esista.

Noi questo possiamo, coscienti che potremo attirarci inimicizie, ma orgogliosi di averne se questo potrà in qualche modo mettere un freno a queste vicende e contribuire a riflettere.

Fiduciosi di fare azione giusta, speriamo nel supporto di tutti VOI Carpisti e nel coinvolgimenti di tutti gli ambienti di settore.

Staff ......... CarpFishingForum

1 commento:

elux ha detto...

condivido pienamente ma capisco anche chi frequenta i laghi a pago. Pensiamo infatti a chi, diversamente abile, non può, per cause di forza maggiore, frequentare le zone scomode; ma anche solo a coloro che vogliono passare un we a pesca con la propria ragazza (anche se un minimo di spirito di adattamento può anche essere richiesto al gentil sesso!)